Chet Baker Meets Enrico Pieranunzi

Album dal titolo “Chet Baker Meets Enrico Pieranunzi – Soft Journey”. Il disco viene registrato il 4 dicembre 1979 e il 4 gennaio 1980 presso gli Emmequattro Studios di Roma e pubblicato dall’etichetta Edipan

Enrico Pieranunzi: pianoforte/Chet Baker: tromba/Maurizio Giammarco: sassofono/Riccardo Del Fra: contrabbasso/Roberto Gatto: batteria

Nel 1979 Enrico Pieranunzi col trio formato da Riccardo Del Fra e Roberto Gatto si esibisce per la prima volta in concerto con Chet Baker nell’ambito del Festival Jazz di Macerata. Alla fine della serata il pianista romano chiede al trombettista americano la sua disponibilità a registrare un disco insieme.

Sulle prime Chet risponde all’invito con un lapidario “ci penserò”, per poi chiamare Pieranunzi la settimana seguente facendogli sapere di avere accettato l’invito. Dopo pochi mesi i due sono negli Studi Emmequattro di Roma per registrare i brani del disco “Soft Journey”.

Il lavoro discografico segna un significativo cambiamento nell’approccio pianistico di Pieranunzi, influenzato dall’universo minimalista e “sussurrato” di Chet Baker. Per tale ragione, il materiale viene composto dal pianista con l’idea di renderlo il più adatto possibile al suono unico della tromba di Chet, aspetto evidente già dalla title track di apertura del lavoro discografico. Unici brani non a firma di Pieranunzi sono “Animali diurni” di Maurizio Giammarco e “My Funny Valentine”.

Nell’interpretazione di quest’ultimo brano, uno standard di R. Rodgers e L. Hart, Chet Baker, sull’accompagnamento pregno di pathos ed invettiva al piano di Pieranunzi, alterna il cantato, lieve e a tratti struggente, al ricercato fraseggio alla tromba. “Night Bird” è senza dubbio la composizione più significativa dell’album: scritta dal pianista romano nel 1978 e presente, nella sua prima versione, nell’album “From Always to Now”, assurge negli anni allo status di standard jazzistico grazie a Chet Baker che, innamoratosi della composizione, la inciderà diverse volte insegnandola ad altri trombettisti e strumentisti in tutto il mondo.

Chet Baker Meets Enrico Pieranunzi – Soft Journey
keyboard_arrow_up