Masterclass anno 2011

Masterclass anno 2011, il Saint Louis Music Center ha ospitato una serie di straordinarie Masterclass tenute da artisti nazionali e internazionali, gli allievi hanno avuto l’onore di apprendere direttamente dai migliori nel loro campo, affinando le proprie abilità e guadagnando preziose prospettive. Queste esperienze hanno plasmato il loro percorso artistico e hanno contribuito a definire il futuro della musica a Saint Louis.

ROSARIO GIULIANI

Rosario Giuliani nel 1996 vince il premio “Massimo Urbani”, mentre l’anno seguente vince il premio “Europe Jazz Contest”, assegnatogli in Belgio come miglior solista e miglior gruppo. Nel 2000 vince il Top Jazz nella categoria nuovi talenti, per il referendum annuale della rivista specializzata “Musica Jazz”. Le sue collaborazioni sono innumerevoli. Tra le altre ricordiamo quelle con Kenny Wheeler, Randy Brecker, Bob Mintzer, Cedar Walton, Phil Woods, Cameron Brown, Joe Locke.

DANILO PE’REZ

Danilo Pérez ha iniziato il suo percorso musicale fin da bambino, a soli tre anni, grazie all’influenza del padre, cantante di una band. Ha poi proseguito con gli studi classici al Conservatorio Nazionale di Panama, specializzandosi in pianoforte classico.
A vent’anni si è dedicato anche alla composizione jazz e ha iniziato numerose collaborazioni. Nel 1994 ha contribuito al successo dell’album “Danzón” di Arturo Sandoval, vincitore di un Grammy Award. Negli anni ottanta ha suonato con artisti del calibro di Wayne Shorter, Steve Lacy, Jack DeJohnette, Charlie Haden, Michael Brecker, e molti altri.
Danilo Pérez ha registrato diversi album sia come leader che come membro di gruppi. Tra i suoi lavori più notevoli ci sono “The Journey” del 1994 e “PanaMonk” del 1996, un tributo a Thelonious Monk. La sua carriera illustre e la sua versatilità lo rendono una figura di spicco nel panorama del jazz contemporaneo.

JOE LABARBERA

Joe LaBarbera è cresciuto a Mount Morris, New York, con suo padre come primo insegnante di batteria. Dopo due anni al Berklee College of Music alla fine degli anni ’60, ha iniziato a fare tour con il cantante Frankie Randall. Successivamente, ha trascorso due anni con la band dell’esercito statunitense a Fort Dix, New Jersey.
La sua carriera professionale è decollata suonando con Woody Herman e il Thundering Herd. La sua fama è cresciuta negli anni ’70 registrando e facendo tour con Chuck Mangione. Ha poi lavorato con Bob Brookmeyer, Jim Hall, Art Farmer, Art Pepper, John Scofield, Toots Thielemans e Phil Woods. Dal 1979 è stato membro del trio di Bill Evans, con cui ha registrato 16 album. Ha anche collaborato con Tony Bennett per gran parte degli anni ottanta e novanta. Ha insegnato presso il California Institute of the Arts e al Bud Shank Jazz Workshop.

SHEILA JORDAN

Sheila Jordan ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo della musica jazz. Oltre ai suoi album solisti, ha registrato come session man con numerosi grandi artisti. Jordan è stata una pioniera nello stile di canto bebop e scat, accompagnata solo da un contrabbasso. La sua musica ha ricevuto elogi da molti critici, soprattutto per la sua straordinaria capacità di improvvisare testi. Charlie Parker l’ha spesso presentata come “la cantante con le orecchie da un milione di dollari”, riconoscendo il suo talento unico e la sua sensibilità musicale. Grazie alla sua voce distintiva e al suo approccio innovativo alla musica, Sheila Jordan rimane una figura iconica nel mondo del jazz, ispirando generazioni di musicisti e appassionati di tutto il mondo.

CHARIS IOANNOU

Charis Ioannou è nato a Nicosia, Cipro, nel 1976. Nel 1997 si è iscritto al Berklee College of Music di Boston, dove ha studiato sassofono e composizione jazz. Charis ha vinto il Woodwind Achievement Award nell’ultimo anno di studio a Boston e nel 2001, dopo la laurea, si è trasferito a New York dove è rimasto per tre anni. Mentre si trovava a New York, Charis ha conseguito il suo Master in performance presso la New York University e nel frattempo si è esibito e ha insegnato in tutto lo stato. Nel 2005 Charis è tornato a Cipro, dove ha collaborato con vari musicisti e si è esibito nei principali club e festival dell’isola, così come in varie località in tutto il mondo, inclusi Grecia, Kuwait, Kazakistan, Polonia, Serbia, Spagna, Inghilterra, Italia, Lussemburgo, Belgio, Olanda, Libano, Germania, Senegal e negli Stati Uniti. Charis ha anche collaborato con l’Ambasciata Americana a Cipro in un programma jazz bi-comunale chiamato Jazz Futures, con cui si è esibito in tutta Cipro insieme al gruppo di Ari Roland e Chris Byars per 6 anni nel periodo 2007-2013. Nel 2015 ha guidato i BopCy, un quartetto con tutti musicisti ciprioti, vincendo il 2° posto nel primo concorso jazz greco tenutosi ad Atene nello stesso anno ed è apparso a Syros come parte della Giornata Internazionale del Jazz 2015. Ha tenuto numerosi workshop a Cipro, Libano, Grecia e Italia. Attualmente Charis insegna sassofono e linguaggio jazzistico presso l’Università di Nicosia e continua a esibirsi e registrare come leader e come sideman a Cipro e all’estero. È sostenitore delle ance Hemke prodotte da D’Addario Woodwinds.

GONCALO MARQUES

Cresciuto in una città vicino a Lisbona, ha iniziato i suoi studi di eufonio al Conservatorio Nazionale di Musica di Lisbona. Gonçalo ha conseguito la laurea in performance di eufonio presso la Scuola Superiore di Musica di Lisbona. Nel 2018 ha completato il suo master in educazione musicale sempre presso la Scuola Superiore di Musica.
Attualmente insegnante presso la Scuola Professionale Metropolitana e l’Accademia Musicale di Óbidos, Gonçalo ha l’opportunità di condividere la sua passione e le sue idee tecniche con i suoi studenti con amore e impegno.
Come docente ospite, è spesso invitato a tenere masterclass e workshop in tutto il paese. Come esecutore, Gonçalo Marques è il primo eufonista della Banda dell’Aeronautica Portoghese, con cui ha registrato un brano come solista nel 2019 per la Molenaar Edition. Alla ricerca di nuove idee musicali e di mettere in mostra il suo lato creativo, Gonçalo ha unito il suo Sovereign 967T a un pianoforte e un oboe in un progetto di musica originale scritta dal trio Duas Chamadas Não Atendidas, che ha registrato il loro primo album nel 2019, in uscita nel 2020.
Gonçalo Marques è anche un membro attivo dell’Associazione Portoghese di Tuba e Eufonio, con cui organizza alcuni festival, masterclass e concorsi, contribuendo allo sviluppo della tuba e dell’eufonio in Portogallo.

MIKE CLARK

La carriera di Mike Clark ha avuto inizio con il gruppo di Herbie Hancock nei primi anni ’70, dove è stato riconosciuto a livello internazionale come uno dei più eminenti batteristi funk e jazz americani. Spesso paragonato al “Tony Williams del funk”, Mike si considera invece un batterista jazz, diventando uno dei più vitali del genere nel corso della sua carriera. Ha suonato con giganti del jazz come Herbie Hancock e Chet Baker. Ex membro della facoltà del Drummers Collective, il suo libro “Funk Drumming: Innovative Grooves & Advanced Concepts”, pubblicato lo scorso anno da Hal Leonard, è considerato un best seller, offrendo approfondimenti preziosi nel mondo del funk drumming e consolidando ulteriormente la sua reputazione nell’ambito della batteria jazz.

WANDA SA’

Wanda Sá si trasferì a Rio de Janeiro con la sua famiglia quando aveva solo un mese di età. A sei anni, mentre studiava danza, iniziò ad appassionarsi alla musica e, cinque anni dopo, abbandonò la danza per dedicarsi allo studio della chitarra. Sin da giovane, partecipava attivamente agli spettacoli di bossa nova, imparando le linee melodiche e gli accordi dei chitarristi sul palco.
Successivamente, diventò allieva di Roberto Menescal e nel 1962 entrò a far parte del gruppo dei maestri di chitarra nella scuola strumentale fondata da Menescal a Copacabana insieme a Carlos Lyra. Questa esperienza fu fondamentale per il suo sviluppo musicale e la preparò per una brillante carriera nel mondo della bossa nova e della musica brasiliana.

RICHARD DREXLER

Richard Drexler ha pubblicato il suo primo album da leader, “Señor Juan Brahms”, con Bob Mintzer al sax, Kenny Drew Jr. al pianoforte e Alex Acuña alla batteria, presentando standard e arrangiamenti jazz delle composizioni di Johannes Brahms. L’album è stato notevole per “sfumare le distinzioni apparentemente separate tra musica classica, jazz e musiche latinoamericane” e per aver scritto le note di programma dell’album in cui chiedeva agli ascoltatori di “ascoltare le registrazioni delle versioni originali di tutti questi pezzi per percepire il contesto e il materiale omesso”.

ANITA WARDELL

Anita Wardell è una cantante jazz inglese, rinomata per il suo scat singing. Wardell è nata a Guildford, Surrey, in Inghilterra, e cresciuta in Australia. Ha studiato jazz presso l’Università di Adelaide prima di esibirsi in festival con James Morrison, Don Burrows e Richie Cole. Successivamente ha proseguito i suoi studi, questa volta nel Regno Unito presso la Guildhall School of Music and Drama. Nel 1994 ha registrato in duo con il batterista John Stevens. L’anno successivo ha pubblicato un album in duo con Liam Noble. Ha insegnato un corso di jazz nella Loira, Francia. Wardell è un’esperta scat singer ed è nota per la sua versione vocalizzata del solo di Lee Morgan da “Moanin’”.

JEFF BERLIN

A partire dagli anni ’70, Jeff Berlin ha iniziato a suonare con musicisti famosi e a pubblicare album solisti. È stato membro della band di Bill Bruford, batterista di Yes e King Crimson, nonché fondatore degli UK. Berlin è noto per aver rifiutato un invito a unirsi alla band Van Halen. Ha collaborato, dal vivo e in studio, con artisti del calibro di Pat Metheny, Rush, Stanley Clarke, Yes (Anderson Bruford Wakeman Howe), Allan Holdsworth e Kazumi Watanabe. Tra i suoi album solisti più noti ci sono “Pump it!”, “Taking Notes”, “In Harmony’s Way” e “Lumpy Jazz”. La sua carriera musicale è stata caratterizzata da una continua ricerca di innovazione e versatilità nel mondo del basso e del jazz.

keyboard_arrow_up