Masterclass anno 2014

Masterclass anno 2014, il Saint Louis Music Center ha ospitato una serie di straordinarie Masterclass tenute da artisti nazionali e internazionali, gli allievi hanno avuto l’onore di apprendere direttamente dai migliori nel loro campo, affinando le proprie abilità e guadagnando preziose prospettive. Queste esperienze hanno plasmato il loro percorso artistico e hanno contribuito a definire il futuro della musica a Saint Louis.

ROSARIO GIULIANI

Rosario Giuliani nel 1996 vince il premio “Massimo Urbani”, mentre l’anno seguente vince il premio “Europe Jazz Contest”, assegnatogli in Belgio come miglior solista e miglior gruppo. Nel 2000 vince il Top Jazz nella categoria nuovi talenti, per il referendum annuale della rivista specializzata “Musica Jazz”. Le sue collaborazioni sono innumerevoli. Tra le altre ricordiamo quelle con Kenny Wheeler, Randy Brecker, Bob Mintzer, Cedar Walton, Phil Woods, Cameron Brown, Joe Locke.

PAOLO FRESU

Paolo Fresu ha iniziato lo studio della musica all’età di undici anni, suonando nella banda musicale “Bernardo De Muro” di Berchidda, dove ha acquisito i primi concetti teorici e tecnici fondamentali per il conservatorio. Successivamente, trasferitosi a Sassari, ha frequentato il conservatorio Luigi Canepa, scoprendo la sua passione principale: il jazz. Nel 1982, ha iniziato la sua carriera professionale registrando per la Rai sotto la guida di Bruno Tommaso e partecipando ai seminari di “Siena jazz”. Ha poi completato gli studi presso il conservatorio “Giovanni da Palestrina” di Cagliari, diplomandosi in tromba nel 1984 con il maestro Enzo Morandini. Continua a lavorare in progetti che spaziano dal jazz alla musica etnica, dalla world music alla musica contemporanea, collaborando con numerosi artisti di fama internazionale.

SATURNINO

Dal 1991, Saturnino è il bassista di Jovanotti, incontrato in uno studio di registrazione a Milano. Insieme hanno scritto numerosi successi, tra cui “Coraggio”, “Bruto”, “Benvenuti nella giungla”, “Ragazzo fortunato”, “Io no”, “Serenata Rap”, “Attaccami la spina”, “Soleluna”, “Per te”, “Salvami”, “Penso positivo”, “L’ombelico del mondo”, “Mezzogiorno”, “Safari”, “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang”, “Sabato”, “Gli immortali”, e “Baciami ancora”, colonna sonora del film di Gabriele Muccino vincitore del David di Donatello come miglior canzone originale. Saturnino ha anche suonato il giro di basso nella sigla del programma per bambini di Rai 1 “Solletico”, interpretata dal Coro dei Piccoli Cantori di Milano.

NICCOLO’ FABI

Niccolò Fabi è emerso nel panorama musicale italiano con il successo del suo primo singolo “Dica…” nel 1996, che gli ha aperto le porte del Festival di Sanremo 1997, dove ha vinto il Premio della Critica nella Categoria Nuove Proposte con “Capelli”. Poco dopo ha pubblicato il suo primo album “Il giardiniere”, seguito dal singolo omonimo nel 1997. L’anno successivo è tornato al Festival con “Lasciarsi un giorno a Roma”, seguito dall’album “Niccolò Fabi”. Ha inciso con Gazzè il brano “Vento d’estate”, vincitore della manifestazione Un disco per l’estate. Oltre ai successi citati, l’album contiene “Il male minore”, cover in italiano di “Barely Breathing” di Duncan Sheik, e la collaborazione con Frankie hi-nrg mc su “Immobile”.

TOLLAK OLLESTAD

Tollak Ollestad è un armonicista, cantante, tastierista e compositore americano. È noto soprattutto per la sua interpretazione caratterizzante all’armonica nel tema della serie televisiva Northern Exposure e per le registrazioni con artisti come Christopher Cross, Al Jarreau, Earth Wind and Fire, Natalie Cole, Gino Vannelli, Dave Grusin e Billy Idol, tra gli altri. La sua abilità nell’esecuzione dal vivo lo ha portato a condividere il palco con importanti artisti in tournée. Con la sua padronanza dell’armonica e il suo eclettismo musicale, Ollestad ha lasciato un’impronta significativa nel panorama musicale, distinguendosi per le sue performance coinvolgenti e la sua capacità di arricchire le registrazioni con la sua voce e il suo talento poliedrico.

FABRIZIO BOSSO

Nel 1999, Fabrizio Bosso si è aggiudicato il TOP JAZZ come “Miglior Nuovo Talento”, un prestigioso riconoscimento ottenuto attraverso lo storico referendum della rivista Musica Jazz.
Successivamente, è stato notato da Enrico Pieranunzi, uno dei più rinomati pianisti al mondo, che lo ha reclutato nel suo gruppo. Questa collaborazione ha portato alla pubblicazione di “Enrico Pieranunzi & Horns: Evans Remembered” (Philology, 2000), e da quel primo episodio le loro strade si sono incrociate ripetutamente nel corso degli anni.
L’incontro con Pieranunzi ha rappresentato un momento fondamentale nella carriera di Bosso, consentendogli di lavorare con uno dei maestri del jazz e di contribuire a progetti musicali di grande rilevanza artistica. La loro collaborazione continua testimonia il reciproco rispetto e l’ammirazione per il talento e la sensibilità musicale di entrambi.

NICOLA PIOVANI

Nicola Piovani, è un rinomato pianista, compositore e direttore d’orchestra italiano. Celebre per le sue colonne sonore, ha collaborato con alcuni dei più grandi registi del cinema italiano, ottenendo il premio Oscar nel 1999 per la colonna sonora del film “La vita è bella” diretto da Roberto Benigni. Nel corso della sua carriera, ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui quattro David di Donatello, quattro premi Colonna Sonora, quattro Nastri d’Argento, due Ciak d’Oro, il Globo d’Oro della stampa estera e il Premio Elsa Morante. La sua musica ha contribuito in modo significativo al successo e al riconoscimento del cinema italiano a livello internazionale.

keyboard_arrow_up