Robben Ford

Nato nel 1951 a Ukiah, in California, Robben è il terzo di quattro fratelli di una famiglia musicale. Suo padre Charles era un cantante e chitarrista di country & western prima di entrare nelle forze armate e sposare Kathryn, pianista e cantante dalla voce incantevole.

Il primo strumento di Robben fu il sassofono, che iniziò a suonare a dieci anni continuando fino all’inizio dei venti, cominciando allo stesso tempo ad imparare a suonare la chitarra da autodidatta all’età di tredici anni dopo aver ascoltato due chitarristi della Paul Butterfield Blues Band, Michael Bloomfield ed Elvin Bishop.

Sul finire degli anni sessanta Ford frequentava il Fillmore ed il Winterland Auditorium di San Francisco per vedere Jimi Hendrix, Eric Clapton, Cream, Led Zeppelin, Albert King, B.B. King e tutti gli altri padri del blues. “Era un momento incredible per la chitarra elettrica” ricorda Ford.

Riguardo al suo interesse per il jazz, Ford dice ” M’innamorai del modo di suonare il sax di Paul Desmond e del Dave Brubeck Quartet, e poco dopo scoprii Ornette Coleman, Archie Shepp, Yusaf Lateef, Roland Kirk, John Coltrane, Wayne Shorter, ed ovviamente Miles Davis.” Queste influenze sono state fondamentali nel creare il particolare mix di jazz e blues di Ford che lo definisce come chitarrista e gli permette di suonare in un’ampia varietà di situazioni.

Dopo le superiori, Robben ed i suoi fratelli Patrick (batterista blues) e Mark (armonicista blues) formarono la Charles Ford Blues Band (dal nome di loro padre) ed incisero per la Arhoolie. Robben (al sax ed alla chitarra) e Patrick andarono in tour negli States con l’armonicista di Chicago Charlie Musselwhite, sempre incidendo per la Arhoolie.

L’ex-Beatles George Harrison invitò Robben a far parte del suo tour a supporto dell’album “Dark Horse” negli States ed in Canada, aumentando ulteriormente il profilo musicale di Ford. Poco dopo la fine dei due mesi di tour con Harrison, Ford si trasferì in Colorado per prendersi un meritato riposo dalla musica e per studiare con il maestro Buddista Chogyam Trungpa.

Nel 1977 fu contattato dall’Elektra per incidere per loro, producendo il suo primo album solista, “The Inside Story”, con un gruppo di musicisti che in seguito sarebbero diventati gli Yellowjackets.

Dopo essersi trasferito a New York con Anne, fu chiamato a suonare con l’icona della musica Miles Davis. “Il produttore Tommy Lipuma fece ascoltare a Miles il mio lavoro con gli Yellowjackets, e tre giorni dopo Miles mi chiamò personalmente per chiedermi di far parte della sua band.

Robben Ford la masterclass

h 17:00 – 20:00
Casa del Jazz

Villa Osio, Viale di Porta Ardeatina, 55

keyboard_arrow_up