STORIA DEL JAZZ

Luigi Onori è poliedrica figura di critico musicale, saggista, storico e docente. Si occupa di jazz a largo spettro – dalla didattica alla radiofonia – dal 1981, anno in cui ha iniziato un’ininterrotta collaborazione con il quotidiano “Il Manifesto”.

Ha scritto per la rivista “Musica Jazz” su Duke Ellington, John Coltrane, Abdullah Ibrahim, Randy Weston, Geri Allen, Steve Coleman, Bruno Tommaso, il jazz in Urss e in Sudafrica. Ha collaborato a numerose altre testate tra cui “Il Giornale della Musica” (2008-2013); dal 2011 scrive con continuità sul sito “A proposito di jazz”, curato da Gerlando Gatto.

Dopo varie esperienze, ha avuto l’incarico di docenza per “Storia del jazz, delle musiche improvvisate e audiotattili” presso il Conservatorio statale “Licinio Refice” di Frosinone. Dal 2015 insegna stabilmente al Saint Louis Music College di Roma  per le materia “Storia ed estetica del jazz”, “Storia del jazz italiano”, “Storia del jazz”.

Collabora attivamente con la Casa del Jazz (Fondazione Musica per Roma) per la realizzazione di seminari, presentazioni e cicli di incontri con autori e musicisti. Esperienze di direzione di periodici e radiofoniche, con Radio3; negli anni ’90 è stato socio fondatore della Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana.

Ha pubblicato vari volumi di studi:

  • “Jazz e Africa. Griot, musicisti e fabulatori” (De Rubeis, 1996);
  • “Il jazz nella tradizione afroamericana” (con Antonio Apuzzo; BAICR, 1998);
  • “Note di frontiera: Jazz in Friuli-Venezia Giulia” (con Flavio Massarutto; Colonos, 2001);
  • “Come un racconto chiamato jazz. Fotografie di Pino Ninfa, testi di Luigi Onori” (Porsche, 2002);
  • “Il jazz e l’Africa. Radici, miti, suoni” (Stampa Alternativa, 2004);
  • “Paolo Fresu Talkabout. Biografia a due voci” (Stampa Alternativa, 2006);
  • “1917-1990: per una storia del jazz in Unione Sovietica” (pubblicato dal quadrimestrale “Musica/Realtà nel 2018);
  • “Perigeo. Una storia. Tra innovazione e sperimentazione” (Stampa Alternativa, 2019).

Nel 2019 è stato insignito del Premio Iseo “per la preziosa attività critica ed editoriale della musica jazz più progettuale e della scena jazzistica italiana”. Nell’ottobre 2020 è uscita, “La storia del Jazz”, un’opera divulgativa di circa 600 pagine – insieme a Riccardo Brazzale e Maurizio Franco.

Luigi Onori

Luigi Onori
keyboard_arrow_up