Chris Potter

Chris Potter ha iniziato la sua carriera nel jazz professionale all’età di soli 13 anni, guadagnandosi presto un seguace devoto a livello locale.

A 18 anni, si è trasferito a New York per frequentare il college, prima alla New School University e poi alla Manhattan School of Music, dove ha studiato con il pianista Kenny Werner, instaurando con lui un’amicizia duratura che ha portato alla registrazione di un album in duo nel 1994.

Durante questo periodo, ha rinnovato il contatto con il grande trombettista Red Rodney, con cui aveva già suonato in un festival jazz a Columbia.

I quattro anni trascorsi nella band di Rodney hanno significato molto per Potter, permettendogli di affinare le sue abilità accanto a una leggenda del bebop, fino alla scomparsa di Rodney nel 1994.

Dopo essersi laureato alla Manhattan School of Music nel 1993, Potter ha iniziato una serie di collaborazioni con musicisti di spicco come Patricia Barber, Marian McPartland, la Mingus Big Band, Paul Motian, Ray Brown, Jim Hall, James Moody, Dave Douglas, Joe Lovano, Wayne Krantz, Mike Mainieri, Steve Swallow, Steely Dan, Dave Holland, Joanne Brackeen e altri, oltre a incidere album sotto il suo nome.

keyboard_arrow_up