Danilo Pérez

Danilo Pérez ha iniziato il suo percorso musicale fin da bambino, a soli tre anni, grazie all’influenza del padre, cantante di una band.

Ha poi proseguito con gli studi classici al Conservatorio Nazionale di Panama, specializzandosi in pianoforte classico.

A vent’anni si è dedicato anche alla composizione jazz e ha iniziato numerose collaborazioni. Nel 1994 ha contribuito al successo dell’album “Danzón” di Arturo Sandoval, vincitore di un Grammy Award.

Negli anni ottanta ha suonato con artisti del calibro di Wayne Shorter, Steve Lacy, Jack DeJohnette, Charlie Haden, Michael Brecker, e molti altri.

Danilo Pérez ha registrato diversi album sia come leader che come membro di gruppi.
Tra i suoi lavori più notevoli ci sono “The Journey” del 1994 e “PanaMonk” del 1996, un tributo a Thelonious Monk. La sua carriera illustre e la sua versatilità lo rendono una figura di spicco nel panorama del jazz contemporaneo.

keyboard_arrow_up